Attivisti russi si rivolgono alle criptovalute per donazioni per aiutare i rifugiati ucraini

Attivisti russi si rivolgono alle criptovalute per donazioni per aiutare i rifugiati ucraini

Shmelev e sua moglie Svetlana, entrambi noti attivisti ed educatori russi, hanno aperto il rifugio per accogliere i rifugiati ucraini. Il loro progetto ha avuto costantemente bisogno di finanziamenti ed hanno deciso di avviare una raccolta fondi di criptovaluta. Il  26 giugno, sono già stati raccolti oltre $ 50.000, in criptovalute. CoinDesk ha parlato di una serie di progetti simili che aiutano i rifugiati in diversi paesi che utilizzano le criptovalute come ulteriore canale di finanziamento.

Da quando è iniziata la guerra e i russi sono stati tagliati fuori dai sistemi di pagamento globali a causa delle sanzioni, le criptovalute sono diventate il modo più veloce per aiutare le persone oltre i confini.

La città di Pristaniste ha raccolto criptovalute tramite la piattaforma di pagamento di Coinbase, Coinbase Commerce è ill sito web di cripto crowdfunding Heo.Finance. Secondo i dati su Heo.Finance, Pristaniste è riuscita a raccogliere oltre $ 43.500 in varie criptovalute da questa primavera. Altri $ 10.000 sono stati raccolti per fornire istruzione ai bambini dei rifugiati in Montenegro.

 

Torna al blog