Crypto.com ritira la sponsorizzazione della Champions League

Crypto.com ritira la sponsorizzazione della Champions League

Secondo quanto riferito, la principale piattaforma crypto Crypto.com si è ritirata da quello che potrebbe essere uno dei più grandi accordi di sponsorizzazione in assoluto per la Champions League dopo che i suoi colloqui con l'Unione delle associazioni calcistiche europee (UEFA) sono falliti all'ultimo minuto.

La piattaforma crypto si stava preparando a sostituire la società russa di gas naturale Gazprom come sponsor dell'evento dopo che l'associazione ha abbandonato la società russa lo scorso marzo a causa dei suoi legami con il regime di Vladimir Putin che ha attaccato l'Ucraina. La pubblicazione di settore SportBusiness.com ha riportato che il nuovo accordo doveva coprire cinque stagioni al costo di 100 milioni di euro (100,5 milioni di dollari) a stagione, o un totale di 500 milioni di euro.

I dati ottenuti dalla società di misurazione degli annunci TV ISpot.tv mostrano che lo scorso giugno le aziende crypto hanno speso 3 milioni di dollari in annunci TV e la cifra riportata per luglio 2022, a soli 36.000 dollari, illustra quanto poco il settore sia ora disposto a spendere per pubblicità televisiva. È interessante notare che il dato di luglio 2022 è stato il totale mensile più basso da gennaio 2021.

Torna al blog